www.patriziaprestipino.it

 

prof.,
le scrivo per denunciare lo stato di degrado in cui riversa il parchetto in via di Decima, angolo via Caterina Troiani, ormai da molti anni, e che costituisce un pericolo per i cittadini, nonche' per tutti i cani che vi si avventurassero.
La scelta del termine " avventurarsi " non e' casuale, perche' si tratta di un vero e proprio percorso ad ostacoli della piu' svariata natura.
Mi chiedevo se, il Comune di Roma, e in particolare la XII Circoscrizione , stesse preparando il terreno per una competizione sportiva del tipo " Giochi senza frontiere", perche' in tal caso, data la mia esperienza nel percorrere i suddetti ostacoli, sarei la prima ad iscrivermi !!!
So che lei non e' competente in materia, ma sicuramente ha piu' contatti di quanti ne possa avere io e le sarei grata se facesse arrivare la mia querela a chi di merito.
Speravo che con la nascita del nuovissimo e chic Centro Commerciale, le cose potessero cambiare, e che, parallelamente alla colata di cemento
,si potesse abbellire anche l'aspetto paesaggistico di questo quartiere.
Mi sbagliavo ! Ancora una volta le esigenze capitalistiche di pochi hanno avuto la meglio sull'interesse ambientalistico di molti !
La mia richiesta di rimuovere gli ostacoli di ordine pratico, che comportano l'impedimento di usufruire di servizi che spettano ad ogni cittadino in qualita' di contribuente alle spese per le opere pubbliche , NON E' INFONDATA, bensi' deriva direttamente dalla Costituzione, a partire dal generale principio ex art. 9, il quale al comma II, dice che la Repubblica " Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione", fino ad arrivare al piu' specifco disposto previsto dall'art. 117, il quale nel definire le materie di competenza esclusiva dello Stato, alla lettera s) ribadisce il concetto di "tutela dell'ambiente, dell'ecosistema e dei beni culturali", laddove invece, nel definire le materie di competenza legislativa concorrente tra Stato e Regioni, dice che a queste ultime spetta la " valorizzazione dei beni culturali ed ambientali ".
Per concludere, mi limito a citare senza entrare nel dettaglio, che l'art 118 e l'art 119 stabiliscono che le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni e che le risorse derivanti dalle fonti tributarie, consentono a questi di finanziare integralmente le funzioni pubbliche a loro attribuite, nonche' di promuovere lo sviluppo e favorire l'effettivo esercizio dei diritti della persona.
Riterro' direttamente responsabile la XII Circoscrizione e chi addetto alle politiche ambientali, qualora nell'attraversare quel parchetto dovesse accadere qualcosa di spiacevole a me o al mio adorabile cane.
La ringrazio per aver speso parte del suo tempo prezioso nella lettura di questa mia lettera di denuncia.Attendo una sua risposta.

16/06/09