www.patriziaprestipino.it


FORMULA UNO ALL'EUR ? Che ne pensate ?       >> scrivete a info@patriziaprestipino.it

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I MESSAGGI

Cara Patrizia,
nello sperare che ancora ti ricordi di me, ho il piacere di comunicarti di aver letto la tua lettera a Buccini, condividendo la tua disamina sulla formunla uno all'EUR. Per notizie indirette so che, comunque, si stia alacremente lavorando per realizzare quest'ennesima FOLLIA contro un quartiere al cui degrado non si vuole porre FINE, prima da sinistra ed ora da destra.
Non so bene se tu abbia intrapreso altre iniziative, oltre alla discussione pubblica di marzo (?).
Credo sia INDISPENSABILE intervenire con maggior vigore da ora, da subito per scongiurare con OGNI MEZZO tale scellerata ipotesi del "beneficio per pochi e danno per tutti", senza la coercizione ad accettare, in un ignobile ricatto do ut des, ipotetici interventi già di diritto, proposti da alcuni anni ma totalmente inascoltati.
Sono interessato a ciò che tu stia studiando, per tentare di collaborare a che tale definitivo stupro non venga perpetrato nei confronti del quartiere e dei suoi cittadini.
Ho provato poco fa a chiamarti ai numeri che mi avevi dato quando c'eravamo conosciuti, ma il Vodafone non è più attivo ed il Tim non è raggiungibile.
Ti allego, pertanto, il mio numero di cellulare, qualora non lo avessi più, con la preghiera di contattarmi per studiare insieme concrete possibilità d'azione.
Grazie. Ciao.
  M.

 

Cara Patrizia, sono d'accordo con chi non vuole continuare a distruggere l'immagine ormai degradata del quartiere che fu uno dei più belli di Roma, con questo scellerato progetto della F1.
Ormai L'eur ha perso i suoi connotati originari; il verde  è ridotto a poche centinaia  metri quadrati, mentre si continua a cementificare quel poco che ne è rimasto. Emblema inutile e opprimente di questo costante scempio, è quel mostruoso pacchiano parallelepipedo di palese richiamo ad orientaleggianti aladineschi palazzi, che spicca come un macigno senza armonie al confluire degli Oceani.  Sono veramente disgustata e priva di speranza in questa  nostra classe politica, che sia di destra o di Sinistra tende solo ai propri interessi personali venendo meno all'etica e al rispetto del bene comune.Un saluto di "quore"

 

Ci manca solo la Formula Uno all'Eur!!! Non basta il caos della Pontina, Laurentina, Cristoforo Colombo e limitrofe dove si continua a costruire senza intervenire sulle strade vecchie di 60 anni!!!Non basta il disastro ecologico del Velodromo (vdi amianto), la bruttura di EUR Roma 2 etc etc...per non parlare degli ultimi palazzi che sta costruendo Immobildream su Via Città d'Europa. Insomma stanno rovinando il quartiere. Basta con questa aggressione all'Eur quartiere con suo specifiche caratteristiche. Chi risarcisce i cittadini che rischiano di veder depauperare il valore delle loro case!!!!unico bene per molti!      
Cordiali saluti.

 

La notizia di utilizzare la zona EUR per un GP formula uno mi lascia esterrefatta, poiché una simile attività sportiva non ritrova in tale zona alcuna aderenza logica, sia in un ottica territoriale – ambientale che logistica-dimensionale, oltre che essere un sito  cittadino ad ampio e rapido aumento di densità abitativa di famiglie molto giovani con prole di una fascia di età che  và dall’infanzia alla scuola dell’obbligo. Appunto per questa sua caratteristica (giovane) la zona EUR richiederebbe interventi che tutelino e incentivino una sana crescita educativa dei suoi giovani abitanti.Grazie Patrizia per tutto ciò che ti adopererai a far attuare nell’interesse di una corretta crescita dei nostri giovani (futuri cittadini) in qualsiasi ruolo ti potrai trovare ad operare.

Grazie Patrizia,
Concordo sulla tutela dei timpani dei romani dell'EUR e sottoscrivo l'insinuazione sugli
"amanti del business e del finto modernismo"
Però, perché l'opposizione ha preferito uscire dall'aula quando l'assemblea de Municipio XII doveva votare l'avvallo al progetto?

 

 

    Cara Patrizia, condivido interamente il tuo punto di vista sulla formula uno all'Eur. Come abitante nel XII municipio ritengo importante la tutela della salute in un
         ambiente che giorno per giorno è inquinato da migliaia di auto che provenendo dalla pontina o dal raccordo utilizzando via della Grande Muraglia come bredella
         di collegamento per entrare in città. E' ormai lontano il ricordo del prato che si vedeva dal balcone che con il suo verde disteso faceva pascolare le pecore. Oggi
         infinite abitazioni si estendono fino a ridosso di Euroma 2 e con esse tante auto in piu'. Non capisco se per l'interessi di pochi amanti del business, devono paga-
       

re in termini di inquinamento migliaia di cittadini amanti del viver sano, che vorrebbero passeggiare a piedi con i propri piccoli. Sono con te Patrizia avanti cosi'.

cara patrizia,
leggo sempre volentieri le tue mail,
la mia opinione sul tuo intervento non è in accordo,
l'iniziativa è sicuramente (il GP) di grande impatto da ogni punto di vista lo si osservi,
è raggionevole essere perplessi se non addirittura
impauriti,
credo che sia un modo di entusiasmare i romani appassionati di motori o/e di mondanità, da una parte
sicuramente di offendere e snervare animi ecologisti e disinteressati.
Una cosa è certa, dal calcio, al tennis, ai mondiali di nuoto, la maratona di roma, chi più ne ha più ne metta, nessun evento accontenta tutti e coinvolge economicamente tutti.
Per quanto mi riguarda spero che il GP di ROMA si realizzi,  spero ancor più che leader come te, possano avere un ruolo di garanzia e controllo nel rispetto del vivere comune.

 

 

Cara Pat,
sinceramente non credo che l'iniziativa sulla "Formula Uno", come hai ben fatto notare, possa avere un reale riscontro in termini di indotto economico e tantomeno turistico...perchè, invece, non si investono capitali ed energie in qualcosa di socialmente più utile e meno inquinante a Roma... ed all'Eur in particolare ? tipo il prolungamento, tra le tante, della metropolitana fino aTrigoria ??

 

Evviva lo sport!! Abbasso le speculazioni senza senso cm la Formula 1 all'eur!! Brava Patrizia.. A.M.

 

cara Patrizia,
la questione della formula uno all'EUR o comunque in un area
cittadina mi trova totalmente in disaccordo proprio perchè non si tiene
conto dei disagi dei cittadini.
in una città dove un incidente di prima mattina sul GRA mette in
ginocchio parte del traffico già il pensare allo svolgimento di una
gara di formula all'EUR e il conseguente  blocco per una settimana di
un' arteria importante come la Cristoforo Colombo è da "ricovero alla
neuro" .
peraltro i benefici quali sarebbero? economici ? e chi ne
beneficerebbe? i soliti sponsor probabilmente, mentre a carico della
città ci sarebbero le solite note spese degli straordinari dei vigili,
le deviazioni degli autobus il potenziamento dei mezzi pubblici.
vogliamo mettere l'emissione dei gas di scarico di questi bolidi che
dovremmo respirare?
PAtrizia dobbiamo dire basta alla logica che tutto ciò che smuove
soldi è un bene.... mio nonno diceva che l'acqua va al mare.... e i
soldi dove vanno?
mi fa sorridere peraltro che qualche tempo fa alcuni politici si
lamentavano dei disagi della città in occasione delle manifestazioni e
durante il blocco dei mezzi pubblici.
mi domando se di fronte ad un sacrosanto dirittto democratico
qualcuno si pone ( anche giustamente ) il problema che queste
manifestazioni comportano a carico della cittadinanza come mai non
preoccupano del disagio di una operazione come questa  che è solo
commerciale?
per quanto riguarda l'aspetto organizzativo credo di averti già
espresso un parere in proposito: le manifestazioni sportive si devono
svolgere negli ambienti loro deputati e quindi nei palazzetti, negli
stadi, nei velodromi negli autodromi. mancano queste strutture? allora
costruiamole cosi portiamo benefici e lavoro sia nel presente ma
soprattutto  nel domani.
concludo con questa provocazione: se la formula uno si fa all'EUR o
comunque in città noi proponiamo che la finale di coppa dei campioni di
questo anno si svolga al circo massimo invece che allo stadio
olimpico.
pensa che spettacolo sarebbe! pensa agli sponsor! quale città
potrebbe vantare uno scenario del genere?
un caro saluto

Ciao Assessore!Guarda, comprendo il tuo punto di vista...non lo sposo appieno, perchè al di là delle speculazioni congenite, rimane il legame affettivo con la F1, il secondo sport più seguito in italia.I danni alla comunità ce li portiamo sempre dietro, che vengano dal Comune o dal Governo Nazionale.E lo dico senza connotazioni di colore politico.
Hai ragione per ciò che concerne la durata del posto di lavoro, ma di questi tempi anche trovare un lavoro per tre mesi è oro.
Te lo dice un laureato , con due lingue(spagnolo e inglese) parlate, un titolo da giornalista pubblicista(tramite un giornale che conosci, L'Urlo) e un libro pubblicato.
Eppure lavoro 0!!!
Sarà questo deserto che ci fa prendere abbagli?
Non lo so, sicuramente qualsiasi iniziativa genera speranza.
S.

Pat sii concreta, negare a Roma Capitale il proprio circuito è bestemmiare...Ricorda che essere la Capitale implica Onore, ma soprattutto oneri....percui diciamo SI al GP Roma di Formula 1. Un saluto rombante a tutti!!!.

 

Cara Patrizia,
penso che questa idea di disputare un gran premio in una realtà cittadina sia assurda, a Montecarlo ci possono essere motivi di richiamo dei quali Roma non ha assolutamente bisogno. I circuiti dei gran premi di formula 1 vanno scelti in luoghi dove chi si vuole assordare con i rumori può andare per libera scelta. L'idea è da scartare decisamente, da qualunque parte provenga. Purtroppo c'è una parte di questo Paese che è sensibile agli spot, ci si sono vinte le elezioni!

 

Trovo molto corrette le tue considerazioni. Spero tanto che la formula uno all'Eur non si realizzi mai. Oltretutto, in tempi di crisi e di riflessione sui consumi energetici, mi sembra una "sparata" anacronistica e quasi offensiva.

 

        Cara Patrizia, condivido interamente il tuo punto di vista sulla formula uno all'Eur. Come abitante nel XII municipio ritengo importante la tutela della salute in un
         ambiente che giorno per giorno è inquinato da migliaia di auto che provenendo dalla pontina o dal raccordo utilizzando via della Grande Muraglia come bredella
         di collegamento per entrare in città. E' ormai lontano il ricordo del prato che si vedeva dal balcone che con il suo verde disteso faceva pascolare le pecore. Oggi
         infinite abitazioni si estendono fino a ridosso di Euroma 2 e con esse tante auto in piu'. Non capisco se per l'interessi di pochi amanti del business, devono paga-
        re in termini di inquinamento migliaia di cittadini amanti del viver sano, che vorrebbero passeggiare a piedi con i propri piccoli. Sono con te Patrizia avanti cosi'.

 

Sono d’accordo con te (così come quasi tutto il consiglio di GENTES).
Abbiamo tutti un po’ paura che il GP all’EUR comporti solo problemi aggiuntivi. Vorremmo comunque saperne un po’ di più in termini di “ritorno” per il quartiere.
Salutoni,


cara patrizia,
leggo sempre volentieri le tue mail,
la mia opinione sul tuo intervento non è in accordo,
l'iniziativa è sicuramente (il GP) di grande impatto da ogni punto di vista lo si osservi,
è raggionevole essere perplessi se non addirittura
impauriti,
credo che sia un modo di entusiasmare i romani appassionati di motori o/e di mondanità, da una parte
sicuramente di offendere e snervare animi ecologisti e disinteressati.
Una cosa è certa, dal calcio, al tennis, ai mondiali di nuoto, la maratona di roma, chi più ne ha più ne metta, nessun evento accontenta tutti e coinvolge economicamente tutti.
Per quanto mi riguarda spero che il GP di ROMA si realizzi,  spero ancor più che leader come te, possano avere un ruolo di garanzia e controllo nel rispetto del vivere comune.
La notizia di utilizzare la zona EUR per un GP formula uno mi lascia esterrefatta, poiché una simile attività sportiva non ritrova in tale zona alcuna aderenza logica, sia in un ottica territoriale – ambientale che logistica-dimensionale, oltre che essere un sito  cittadino ad ampio e rapido aumento di densità abitativa di famiglie molto giovani con prole di una fascia di età che  và dall’infanzia alla scuola dell’obbligo.
Appunto per questa sua caratteristica (giovane) la zona EUR richiederebbe interventi che tutelino e incentivino una sana crescita educativa dei suoi giovani abitanti.

Grazie Patrizia per tutto ciò che ti adopererai a far attuare nell’interesse di una corretta crescita dei nostri giovani (futuri cittadini) in qualsiasi ruolo ti potrai trovare ad operare.

Cara Pat,
sinceramente non credo che l'iniziativa sulla "Formula Uno", come hai ben fatto notare, possa avere un reale riscontro in termini di indotto economico e tantomeno turistico...perchè, invece, non si investono capitali ed energie in qualcosa di socialmente più utile e meno inquinante a Roma... ed all'Eur in particolare ? tipo il prolungamento, tra le tante, della metropolitana fino aTrigoria ???
Francamente questa idea della formula uno all' EUR mi sembra una iniziativa assurda .
 

 

Assediare l'EUR per una settimana intera , tra prove e gare, con impatti ambientali di inquinamento altissimi mi sembra una follia.
Dubito anche sulle ricadute economiche per la città e per gli abitanti/esercizi commerciali della zona.
Ci guadagneranno solo gli organizzatori

 

Cara patrizia,
la "pensata" della formula 1 all'Eur è ciclica.
Ogni 10-12 anni  riemerge, trovando sostenitori e contrari.
non ho niente in contrario alla formula 1, ma l'inquinamento e la paralisi totale di un  quartiere di penetrazione alla città, quale è l'Eur,
 dovrebbe preoccupare chi governa questa città.


Vivo in zona EUR da sempre e vedere lo scempio che stanno facendo intorno ai laghetti (acquario VIRTUALE) già mi inquieta; pensare di dover restare barricati in casa per l'invasione delle strade da turisti, troupp, manager (dei miei stivali) e veline varie, con tanto di tappi alle orecchie per non sentire il rumore assordante dei motori e mascherine sul viso contro le polveri altamente inquinati liberate nell'aria certo non mi rende felice.
Pensare che il Municipio XII è da sempre conosciuto in tutta Roma per essere un'oasi di verde, dove ancora i bambini possono andare in biclicletta nei parchi e giocare all'aria aperta.
I miei genitori vivono a Spinaceto e nel parco del quartiere, dove io ho giocato da piccola e pensavo che vi avrei fatto giocare i miei figli, stanno costruendo un "fantastico" stadio di rugby con tanto di centro commerciale....
Cosa rimarrà dei nostri spazi verdi e della nostra tranquillità, molto simile a quella che si trova in campagna??? Dove giocheranno i miei figli? Non oso neppure pensare ai futuri nipoti....
E noi tutti quando saremo più in là con gli anni, non avremo più la possibilità di ritrovarci in un parco o fare la famosa passeggiata al laghetto dell'eur. Magari gustandoci in tranquillità un bel gelato.
Io ed il mio compagno, per ritrovare la tranquillità della natura e il piacere dello stare all'aria aperta, abbiamo aderito al progetto della Cooperativa Agricola "Agricoltura Nuova" di prendere in gestione un piccolo "orto sociale". Figurati che piacere può farci il passaggio delle auto da corsa in zona EUR.!!!!!!
Che tristezza.
Continuo a seguire i tuoi interventi con piacere.

 

Cara Patrizia, sono d'accordo con chi non vuole continuare a distruggere l'immagine ormai degradata del quartiere che fu uno dei più belli di Roma, con questo scellerato progetto della F1.
Ormai L'eur ha perso i suoi connotati originari; il verde  è ridotto a poche centinaia  metri quadrati, mentre si continua a cementificare quel poco che ne è rimasto. Emblema inutile e opprimente di questo costante scempio, è quel mostruoso pacchiano parallelepipedo di palese richiamo ad orientaleggianti aladineschi palazzi, che spicca come un macigno senza armonie al confluire degli Oceani.  Sono veramente disgustata e priva di speranza in questa  nostra classe politica, che sia di destra o di Sinistra tende solo ai propri interessi personali venendo meno all'etica e al rispetto del bene comune.Un saluto di "quore"

 

Cara Patrizia, credo tu abbia fatto bene a dare testimonianza pubblica
della tua avversione per il progetto. La tua conoscenza del territorio
e i tuoi trascorsi da amministratore rendono infatti il tuo parere
particolarmente autorevole.
Spero serva ad un ripensamento perchè
davvero sarebbe una iattura per la città intera se si scegliesse, per
incrementare l'industria del turismo, la strada della quantità a
scapito della qualità.
Qualunque sforzo economico in una città come
Roma, già ricchissima di "offerte turistiche" ma povera sul fronte
della qualità della accoglienza, dovrebbe essere indirizzato a
coccolare i turisti e a farli sentire come ci si sente ad esempio a
Parigi.
Non ho capito la chiusura del giornalista che sostiene sia
meglio tenere tranquilli i Romani tenendo alla larga i politici dalla
discussione. Ma siamo matti?

 

Benfatto!!!

Vorrei conoscere la tua opinione in qualità di assessore provinciale al turismo anche su progetti devastanti ed assurdi come la città del cinema a Castel Romano in piena Riserva di Decima, e sul parco dei divertimenti sull’antica Roma da costruire su centinaia di ettari nella tenuta comunale di Castel di Guido.

 

Grazie Patrizia,
Concordo sulla tutela dei timpani dei romani dell'EUR e sottoscrivo l'insinuazione sugli
"amanti del business e del finto modernismo"
Però, perché l'opposizione ha preferito uscire dall'aula quando l'assemblea de Municipio XII doveva votare l'avvallo al progetto?
Buon lavoro  

 

Ci manca solo la Formula Uno all'Eur!!! Non basta il caos della Pontina, Laurentina, Cristoforo Colombo e limitrofe dove si continua a costruire senza intervenire sulle strade vecchie di 60 anni!!!Non basta il disastro ecologico del Velodromo (vdi amianto), la bruttura di EUR Roma 2 etc etc...per non parlare degli ultimi palazzi che sta costruendo Immobildream su Via Città d'Europa. 
Insomma stanno rovinando il quartiere. Basta con questa aggressione all'Eur quartiere con suo specifiche caratteristiche. Chi risarcisce i cittadini che rischiano di veder depauperare il valore delle loro case!!!!unico bene per molti!      

Ciao Patrizia, personalmente trovo sbagliata l’idea della formula 1 all’EUR.
Non ci sono le strutture idonee e sarebbe di notevole impatto per la vita dei residenti

 

Nell’ipotesi di un GP a Roma non so se a guadagnarci sarebbe la collettività o i pochi, soliti, noti
So pero che le valutazioni dovrebbero avere come fulcro la qualità della vita e non il semplice guadagno economico.
Ultima considerazione a latere non conosco ne Buccini ne Rodi ma leggere che le valutazioni dell’assessore allo sport della provincia di roma nonché  ex presidente del municipio interessato ( in questo caso sei tu ma poteva essere chiunque altro, anche di destra), sono state ignorate come battibecco tra opposti schieramenti è veramente deprimente. Significa che oramai si considerano i politici come galletti che stanno a litigare nel pollaio senza preoccuparsi dei problemi reali, come soggetti appartenenti ad una casta avulsa dal mondo reale.
Se degli impatti che può avere un evento sul territorio non ne parla chi a gestito quel territorio su delega della maggioranza dei cittadini chi ne deve parlare ?

 

Cara Pat
sei stata coincisa, precisa e hai fatto l'analisi perfetta senza entrare in problemi politici.
I miei genitori la pensano come te, la pista sotto casa non la vogliono. A mio padre sembra una follia! E poi noi mica siamo a Montecarlo!!!
I cittadini dell'EUR fecero tante storie per un'innocente pista di ghiaccio e si lasciano prendere ostaggio di un gran premio? I romani che hanno criticato la festa del cinema ora dove sono? Io ci andai, l'auditorium porta solo che benefici a una zona poco "bella" come quella del villaggio olimpico, ma l'EUR è già bello ed elegante! Semmai ci farebbe piacere un teatro o meglio ancora una biblioteca comunale dove aggregare i giovani come fanno alla biblioteca Cornelia dove c'è addirittura uno spazio per bimbi dagli 0 ai 6 anni.
Scusa lo sfogo, ma qui il livello culturale si va APPIATTENDO!!

 

Condivido in pieno la tua lettera.
 Per quanto affascinate e prestigiosa  l'allettante possibilità della presenza di Roma nel Gp di F1
Non credo proprio che sarebbe un bene per Roma.
Penso alla situazione della strade in precarie condizioni,
al Colosseo costretto a subire l'inquinamento | dopo ripulito era una gioia vederlo |
Ora nuovamente  tutto nero.
Io Amo roma " chiuderei il centro davvero a chiunque.Permettendo l'accesso solo ai mezzi elettrici
ed ai cavalli.
Poi Tu patrizia conosci bene la situazione del XII ,anche se credo che qualsiasi persona senza
incartamenti e percentuali alla mano ,con elenchi delle reali necessità che la popolazione ha bisogno
Non ha dubbi che Meglio che il GP ci giri alla Larga.

 

A dire la verità, mi è capitato già di assistere a gare sulle strade
dell'Eur, che se non erano proprio da Formula 1, poco ci mancava: moto
su una ruota a 200 all'ora,  gran turismo testa a testa Roma Ostia e
ritorno. Quanto alle orecchie dei residentii, tra Gay Village, Piscina
delle Rose, Discoteche sul Palazzo dei Congressi  e chi più ne ha più
ne metta, credo che, preferrebbero di gran lunga una "due Giorni" tra
prove e gara e poi arrivederci al prossimo anno:
365 giorni di silenzio, niemte male, no? Quanto ai piloti, se prima
potevano sperare, volando dal guard rail, di ammarare morbidi sui prati
o sull'acqua, ora, con parchi e laghetto ridotti a parcheggi e cemento,
non potranno far altro che incrociare le dita..

 

Cara Patrizia,
     ho letto questa mattina la Tua lettera al Corsera sullo spot propagandistico  della FORMULA UNO all' EUR. Tale ipotesi confonde le potenzialità storiche ,umane e turistiche  della Città caput mundi con il Principato di Monaco, che "punta" molto sulla  Formula Uno e sul  Casinò , nonchè sul  bel paessaggio marino con la Rocca dei Principi Ranieri.Un mese , prima delle gare, il sonnacchioso Paradiso fiscale viene stravolto anche per il turismo, per la viabilità , il commercio ecc...con difficoltà anche per i pedoni.Costi e benefici ? Per loro tanti. Per la Roma eternaa sarebbe un disastro incacolabile per le sue opposte peculiarità.Ma forse chi propone il confronto non è stato mai a Montecarlo un mese prima dell'evento.
I ricchi residenti fuggono altrove  per trovare la tranquilllità che avevano prescelto per altri 11 mesi sonnacchiosi.


Cara Patrizia, il tuo intervento ha centrato le problematiche in modo preciso e conciso.Brava 

cara Patrizia,
la questione della formula uno all'EUR o comunque in un area
cittadina mi trova totalmente in disaccordo proprio perchè non si tiene
conto dei disagi dei cittadini.
in una città dove un incidente di prima mattina sul GRA mette in
ginocchio parte del traffico già il pensare allo svolgimento di una
gara di formula all'EUR e il conseguente  blocco per una settimana di 
un' arteria importante come la Cristoforo Colombo è da "ricovero alla
neuro" .
peraltro i benefici quali sarebbero? economici ? e chi ne
beneficerebbe? i soliti sponsor probabilmente, mentre a carico della
città ci sarebbero le solite note spese degli straordinari dei vigili,
le deviazioni degli autobus il potenziamento dei mezzi pubblici.
vogliamo mettere l'emissione dei gas di scarico di questi bolidi che
dovremmo respirare?
PAtrizia dobbiamo dire basta alla logica che tutto ciò che smuove
soldi è un bene.... mio nonno diceva che l'acqua va al mare.... e i
soldi dove vanno?
mi fa sorridere peraltro che qualche tempo fa alcuni politici si
lamentavano dei disagi della città in occasione delle manifestazioni e
durante il blocco dei mezzi pubblici.
mi domando se di fronte ad un sacrosanto dirittto democratico
qualcuno si pone ( anche giustamente ) il problema che queste
manifestazioni comportano a carico della cittadinanza come mai non
preoccupano del disagio di una operazione come questa  che è solo
commerciale?
per quanto riguarda l'aspetto organizzativo credo di averti già
espresso un parere in proposito: le manifestazioni sportive si devono
svolgere negli ambienti loro deputati e quindi nei palazzetti, negli
stadi, nei velodromi negli autodromi. mancano queste strutture? allora
costruiamole cosi portiamo benefici e lavoro sia nel presente ma
soprattutto  nel domani.
concludo con questa provocazione: se la formula uno si fa all'EUR o
comunque in città noi proponiamo che la finale di coppa dei campioni di
questo anno si svolga al circo massimo invece che allo stadio
olimpico.
pensa che spettacolo sarebbe! pensa agli sponsor! quale città
potrebbe vantare uno scenario del genere?
un caro saluto

PIENAMENTE D'ACCORDO con la tua opinione. Se formula uno deve essere, sia almeno
fuori Roma. Qui abbiamo già tanti problemi. E poi ci sono ben altre necessità per quelli che abitano in questo quartiere. Ti segnalo che da un paio d'anni non è più possibile ricorrere all'IFO per le prestazioni di radiologia, ecografia e similari, a meno che non si sia malati di tumore (una grattata è d'obbligo).
Neanche al S.Eugenio si può andare, non so perchè, ma il CUP dirotta da altre parti.
Così le persone anziane e anche quelle non anziane per usufruire di prestazioni piuttosto
banali ma effettuate in ambito ospedaliero, che ritengo ben più affidabile degli ambulatori
isolati, devono andare più lontano. Ho fatto fare la mammografia a mia madre (semplice
controllo) ai cavalieri di malta, ma rispetto al S.Eugenio (dove fece la precedente) è tutto
un'altra cosa. Al S.Eugenio è presente il radiologo, in grado di fare una visita senologica
o altri esami se servono, praticamente contestualmente alla mammografia. Ai cavalieri
di malta (piazza marconi) c'è solo un tecnico, neanche tanto pratico devo dire. 
Il quartiere dell'eur come sanità non è certo il massimo per la sanità e sta lentamente peggiorando. Pensare che in centro vi sono tanti ospedali spesso vicino fra loro.
Ti chiederei se puoi interessarti perchè IFO non è più accessibile ai fortunati non malati
di tumore e perchè neanche la radiologia del S.Eugenio (che è una delle migliori strutture
di un ospedale in generale piuttosto mediocre) non lavori più per gli esterni.
 


cara Patrizia,  ovviamente concordo con le tue osservazioni: non per
nulla ti ho sempre votato quando ne ho avuto la possibilità. Vorrei
aggiungere due cose. La prima: corre voce nell'impianto delle 3 fontane
verrano realizzati i box a servizio del circuito con buona pace del
costruendo centro sportivo per disabili e non (noi ci siamo già
scambiati una corposa corrispondenza su questa storia dele tre fontane,
non so se ti ricordi).
La seconda: ti chiedo in che modo la cittadinanza può organizzarsi
per impedire questo scempio, immagino un ricorso al TAR o qualcosa del
genere, e di guidare le fila di questa organizzazione.
Grazie per la tua opera.

 

Tocca ricordare al sindaco che si deve occupare delle cose serie, tipo i trasporti pubblici, la pulizia, i rifiuti, il traffico, la sicurezza, le buche nelle strade... prima della formula uno... pensavo fosse stato eletto per le cose serie...