www.patriziaprestipino.it
Giorni fa un cittadino indignato ha consegnato nelle mie mani xchè ne facessi l'uso che credevo un calendario che celebrava i fasti dell'era mussoliniana realizzato come dono ai suoi elettori da un candidato della PDL alle regionali.
 
Io l'ho guardato e mi sono chiesta se fosse il caso di farlo diventare un "caso" sui giornali visto che in questo paese l'apologia del fascismo tanto piu da parte di un politico del terzo millennio dovrebbe essere un reato ma che oramai l'illegalità è garantita dall'impunità diffusa.....
 
ora è partita la girandola delle smentite e dei passi indietro, ma la VERITA' quella resta
 
Alla fine ho pensato che sì la verità deve essere sempre divulgata e giudicata x quello che è.
 
ecco il link dell'articolo di repubblica di oggi e in allegato la foto del reperto storico che ho avuto l'ONORE di avere tra le mani in tutto il suo splendore cromatico.
A voi l'ardua sentenza
Pat
 
http://roma.repubblica.it/multimedia/home/23089029
http://roma.virgilio.it/primopiano/candidato-pdl-regala-calendario-duce-a-elettori.html

 

I COMMENTI

...per me che sono nato e vissuto fin da piccolo, e fino ad oggi da grande in un paese democratico, pare difficile immaginare quale possa essere stata l'aria che si poteva respirare in un paese totalitario.
La storia ha segnato grandi errori di molti (governanti) di paesi che oggi non sono più totalitari, e/o che pur non essendo stati totalitari hanno adottato scelte aberranti (Hiroshima ad esempio). Non mi va' neanche di citarli ma vi sono grandi paesi che, pur alla luce di errori "storici" oggi sono grande esempio di democrazia.
Sul totalitarismo Anna Arendt ha scritto molto.
Io penso che lo spirito di verità e libertà in una ponderata giustizia (attenzione che dietro questa parola ognuno ha un proprio senso di giustizia) , siano già sufficienti per reprimere voglie totalitarie o nostalgie analoghe.
Non volgio sentire parlare di totalitarismo ma di spirito di libertà e verità, e soprattutto sperare in un momdo migliore per tutti. Cari saluti

cos' 'e pazze.

Spero vivamente che si riesca a fermarli….e soprattutto (ancora che si può..) si torni a chiamarli col loro nome.fascisti. (lo scriverò sempre minuscolo anche dopo il punto) Ciao Pat

Ciao Pat, credo sia arrivato il momento di relegare Mussolini nei libri di storia.
Ad ogni campagna elettorale riemerge la politica del nostalgico che vorrebbe vedere i treni arrivare in orario e l’indignazione di chi ricorda il manganello e l’olio di ricino.
Evitiamo di cadere in questi trappoloni, mi piacerebbe che si chiedesse a Celori cosa ne pensa del presente e del futuro di questa regione.
Invece di discutere del calendario dovremmo chiedere a questo onorevole se è favorevole all’installazione di una centrale nucleare a Pomezia, magari vicini al suo stabilimento balneare
quale è la sua idea di energie rinnovabili, visto che presiede la relativa commissione in un partito che da 2 anni non esiste più.
Per quale motivo da buon forchettone tiene un piede alla regione come consigliere ed uno al comune di pomezia sempre come consigliere
Quali sono le proposte che ha raccolto in 10 anni di permanenza alla regione sulla sanità visto che presiede anche la commissione consigliare su questo tema.
Finito con le domande, a questo nostalgico andrebbe ricordato che alleanza nazionale non esiste piu, lui fa parte di una congrega che si chiama popolo delle liberta è a come leader non mussolini ma Berlusconi Silvio ex P2 tessera numero 1816, usasse i soldini che riceve da noi cittadini per aggiornare il sito web da cui si capisce che questo signore è rimasto fermo al 1999 ……….. saluti

Hai perfettamente ragione di essere indignata, perchè l'uomo deve guardare il futuro e non il passato.La storia deve insegnare che non si debbono più compiere gli stessi errori.Il fascismo è morto, come è morto il comunismo.
Guardiamo avanti e cerchiamo di costruire una nazione d'avanguardia. un caro saluto

Cara Patrizia, andando verso Tor San Lorenzo di Ardea, già da alcuni mesi, si incontrano molti cartelli pubblicitari di Celori e pur non sapendo chi fosse, per mera mia ignoranza, nel vederli ho sempre provato un senso devastante di inquietudine.
Forse a causa dei suoi occhi, in quel viso, seppur sorridente a me ha sempre fatto "paura". Egli promette una Regione, finalmente diversa e questo mi fa ancora più Paura. Adesso che so chi è, chi è stato e da dove proviene, posso dire che la mia pelle funziona nel recepire le sensazioni.

Mentre ti sto scrivendo ho ricevuto il tuo messaggio per cellulare. La Protezione Civile sta e rimarrà nel mio cuore (ho iniziato ad esercitarla nel 65 66 mentre ero militare a Firenze tra gli angeli del fango e poi nell'80 in Irpinia con l'On.le Vetere). Sono mortificato per quanto sta succedendo. Posso dire che in emergenza è facile sbagliare per via che si acquista un potere enorme con l'ordinanza perchè si va in deroga a qualsiasi legge però, se si è in buona fede tutto si risolverà altrimenti ....
Sono con Te per Emma e, oltre al giro di parenti, amici e conoscenti, mi piacerebbe partecipare di più per la sua elezione, aiutami ad aiutarti