www.patriziaprestipino.it

Direzione regionale del pd 19 aprile, ore 18.

Arrivo trafelata dal centro, il nostro segretario Mazzoli ha già iniziato la sua relazione. Butto un occhio verso i posti a sedere: tutto pieno o quasi...tanta gente, tanti maschi, donne pochine..ohi ma do' so' finite le donne del pd??? sono sparite anche da qui, oltrechè dal consiglio???? questa cosa non mi piace neanche un po'....e x sedersi poi, neanche l'ombra...fa' nulla...resto in fondo alla sala ad ascoltare, rigorosamente in piedi, il mio segretario. Certo però il chiacchericcio è insopportabile e crescente; gli occhiali da sole non li tolgo, no, un po' xchè non mi va, un po' xchè una lieve congiuntivite mi fa lacrimare (quando di motivi più validi x piagne ce ne sarebbero, eccome se ce ne sarebbero...) e di farmi vedere così non ci penso proprio...Certo dal terribile Contino non sfuggi però..lui di scatti non se ne perde uno e 30 secondi dopo, sei come sei, finisci spiaccicato su qualche profilo di face book....pazienza!!! provo ad aguzzare orecchie e mente (occhi no, co' ste lenti nere so' praticamente cieca) e provo a seguire il ragionamento...ah dimenticavo...le elezioni, quelle regionali, le abbiamo perse; non male x carità, Roma è andata benissimo, ma nel resto del Lazio... una debacle...

Mazzoli dice pacatamente e garbatamente quello che è in grado di dire: un accenno di verità farcito di sano schematismo politico; butta la palla al centro, dribba tra alcuni problemi, prova un po' di schietta autocritica ("abbiamo perso nel Lazio e a Viterbo, la mia Viterbo") -meno male un po' di sincerità- e auspica tra l'altro una nuova classe dirigente forte radicata e riconoscibile (fusse ke fusse...);

Iniziano gli altri interventi (ci sono già 50 iscritti e chi parla dovrebbe parlare max 9 minuti ma i primi hanno già sforato i 15...ke palle se continua così ci facciamo notte...)

Gabriele Mori, neosindaco di Grottaferrata (feudo nero x 15 anni) ci spiega che presentarsi da sindaco in una piccola città uniti come coalizione (sul serio o x finta non è lecito sapere) e con le idee chiare premia davvero; e in cambio di questa dichiarazione tanto vera quanto rara ha subito l'onore dell'applauso; quello che si tributa a tutti i vincitori che nessuno pensava potessero vincere. Ma è giusto che sia così, bravo Gabriele, ci hai creduto e nella nera Grottaferrata hai portato a casa il risultato..de sti tempi poco non è..

Continuano gli interventi: dei vinti e dei vincitori...

Non sento autocritica da De angelis (ex assessore della giunta Marrazzo autoctono di quella Frosinone che è stata la vera Caporetto di questa tornata elettorale), che continua a sciorinarci i massimi sistemi e tutte le ovvietà di qs mondo tranne i motivi x cui, al di là dei successi personali, si perde così malamente in una cittadina che ha vantato ben tre assessori regionali in 5 anni...
cattiva gestione amministrativa o difficoltà di fare rete con i cittadini e le realtà sociali imprenditoriali del luogo? (chiediamolo alla Mandarelli, anche lei di Frosinone, che dopo aver fatto l'assessore con Marrazzo lo sarà forse anche con la Polverini..ma di che ci scandalizziamo?? sono ossimori dei nostri tempi..);

Continuano con altri le ovvietà e le amenità fritte e rifritte...il chiacchericcio va a corrente alternata, come l'onda di quelli che entrano ed escono dalla sala x fumare e chiaccherare o approfittare x qualche caminetto veloce....nihil novum sub.......ah no fermi....una cosa carina arriva prima che fugga x un appuntamento di lavoro (sono rimasta pur sempre assessore in provincia e la sindrome del panda tutelato dal wwf mi impone oggi più che mai di impegnarmi al massimo x la mia oasi protetta che ho impararato a conoscere e ad amare; e anche, digiamocelo, x provare a mantenere la fiducia e la credibilità dei cittadini della provincia);

La dice Morassut, predecessore di Mazzoli fino a 5 mesi fa, con la sua PACATEZZA di sempre :
" democratici e democratiche, sono amareggiato x le parole della Bonino che ha accusato il partito di non essersi impegnato TUTTO x lei. Questo NON è vero! perchè nessuno a nome del partito (ce l'aveva con il povero Mazzoli forse?) si è indignato e ha rimandato al mittente quelle critiche ingiuste? noi abbiamo lavorato tutti ripeto TUTTI (ed alza la voce con perizia oratoria in un crescendo rossiniano x sottolineare la sedicente indignazione); sono altri che hanno coltivato le proprie correnti e i propri comitati personali dando così un'immagine divisa del partito (ma poi, altri chi? se ha appena detto che tutti hanno lavorato!! xchè, esiste gli altri di tutti? mah deve essere qualche figura retorica che non conosco..ma non ce bastano quelle che già facciamo de figure???.......etc etc etc"

A questo punto, turbata da tanta veemenza verbale, mi sono vergognata di aver pensato anche io che in tanti non avessero dato il max in queste elezioni e mi sono sforzata di ricordare in quale iniziativa avessi visto Morassut e amici lavorare x Emma, come ho visto invece lavorare altri "big" e "little" romani (di cui non faccio nomi x evitare le solite gelosie e ripicche) sostenuti da tanti candidati, tanti dirigenti locali, tanti consiglieri municipali e della provincia. Ma ahimè non mi sovveniva nulla......sarò stata così distratta o così impegnata a lavorare x il pd e x Emma da diventare cieca e sorda??

Finchè qualcosa alla fine mi è venuto in mente, meglio due cose: una era l'assemblea di AREA DEMOCRATICA ( non chiamatela corrente però, è solo uno spazio fisico, ben delimitato, dove si riuniscono uomini e donne a discutere dei valori e delle idee della loro AREA appunto); l'altra era una iniziativa in XII municipio x Ponzo, nostro uomo forte dei castelli, candidato appunto di A D........Già... mi pareva.........

A quel punto me ne sono andata al mio appuntamento, rassicurata dalla certezza, sempre più certezza, che, aldilà delle capacità e dell'impegno individuali, la coerenza non è proprio una virtù di questo mio amato PD.....