www.patriziaprestipino.it

 


Che ne pensate di questo articolo su di me e del mio modo di fare politica????

>> 01/07/10 E’ NATO IL PRESTIPINISMO. www.noiroma.it

frizzante e a volte piccante...ma nel complesso accattivante...se pensate che viene da un giornale di destra poteva anda' peggio.....  scrivi un tuo commento a info@patriziaprestipino.it

 

I commenti:

Cara Patrizia Leggo solo ora la tua mail e sono andato a sbirciare l’articolo. Rivendico il diritto di primogenitura:  il primo ad inquadrare  il fenomeno Prestipino  sono stato io ( voglio fare  Pippo Baudo ) ma  ingenuamente non l’avevo etichettato ( taggato e più moderno). Il tuo modo di fare politica e la tua presenza possono rappresentare veramente una contrapposizione al Berlusconismo imperante. Qualcuno mi aveva detto che avevo “esageratamente” esagerato per colpa della grande stima che nutro nei tuoi confronti. Ma ti assicuro che  cocciuto come sono ho sempre  risposto che non ti conoscevano bene e  che purtroppo eri anche  la dimostrazione lampante dell’ottusità della dirigenza del PD che non riusciva a capire il valore che porti dentro di te, al di la degli spacchi e della bella presenza che comunque non guasta mai. D’altronde se uno nasce bello che deve fare? Comunque l’articolo mi sembra carino e a mio parere manifesta, sotto sotto la paura di confrontarsi con un avversario nuovo e quindi difficilmente attaccabile con i soliti strumenti politici e mediatici che la destra usa  nei confronti dei politici della sinistra. Pat, voglio dividere con te un emozione di questi giorni:  sono stato qualche giorno a Sapri e di fronte alla stele che ricorda il luogo dello sbarco di Carlo Pisacane e dei suoi trecento “ giovani e forti” mi si è accapponata la pelle  come non mi accadeva da  anni. Ho sentito l’orgoglio di appartenere ad un paese che ha partorito tanti di  questi eroici e valorosi uomini e di fronte a simili esempi  mi sono ricordato una frase di Martin Luther King: se un uomo non ha ancora scoperto qualcosa per  morire non ha ancora iniziato a vivere. Ti assicuro Patrizia sono tornato temprato nel fisico e soprattutto nello spirito.

Cara Patrizia,
articolo interessante, analitico, discutibile sul alcuni punti ma nel complesso mi è piaciuta come ne esce la tua persona. Complimenti, e un abbraccio forte

ho imparato altre cose che nn sapevo su di te
baci

TU Patrizia sei sicuramente una importante novità nel panorama politico nazionale militante del Pd a cui dobbiamo guardare con estremo interesse, la tua conoscenza , cultura politica e trasparenza fan ben sperare, per un partito ancora in mezzo al guado....sei unica Pat .

per se l'articolo è completamente inconcludente, chi ti appoggia ti continuerà ad appoggiare e chi non lo fa continuerà a non farlo, no problema, anzi dicono molte cose positive. Sapendo che il giornale è reazionario (lol) ti dico che quando si va a pesca (visto che stiamo parlando di politica e nessuno va a pesca di pescecani), se si vuole prendere un pesce bello grande si usa l'esca prelibata... Lo sai tu, lo so io e cor cazzo che ce se fanno alla griglia.
Quindi secondo me: tu sei un assesore, e non hai teeempo per rispondere certo a questo articoloooo (ve? ;-) ) al massimo se qualcuno te chiede puoi dire che hai notato ( con l'occhio da prof) un paio di errori, tipo che quando si parla di partiti politici, non si dice aziendalista, semmai si dice partitico, forse lor signori sono abituati a parlare dell'azienda, ma noi siamo un partito... (claro el concetto, cabrones?!?!? ) poi li ringrazi tanto, così manco possono fa gli offesi... pori fragili fascistelli...e prima di tutto chiedi al malaticcio nella stanza accanto che lo sa,(io sto montando l'iphronzolo a papà) se sei di passaggio e ti serve una mano a scrivere il manifesto del prestipinismo sono disponibile hahahhahaa
un abbraccio cor core (poi te spiego a voce perchè non uso la q....................)

Pat , ho letto l'articolo di NOI ROMA e l'ho anche postato sulla mia bacheca perchè mi è sembrato molto realistico ed utile per avere il profilo di un personaggio pubblico. L'attribuzione di creatività ad una persona preparata e qualificata donna politica non è usuale nel bel Paese. Tra l'altro , i positivi fatti descritti e le responsabilità da Te assunte da Presidente del XII Municipio sono note nei vari quartieri da coloro che civicamente seguono l'evoluzione del bene comune. Tra l'altro, viene sottolineanto che gestisci un blog sempre aggiornato e mantieni i contatti on line con gli elettori : un raro esempio di innovazione rispetto alla vecchia politica dei "pizzini" o rispetto all'arretratezza nell'uso delle nuove tecnologie da parte di coloro che dovrebbero dare il buon esempio anche nelle Istituzioni Centrali e periferiche. Ma banda larga non è ancora fruibile dal 50% dei Comuni rurali e montani italiani , rimasti ultimi nell'UE.


Se non mi fossi sincerato che l'estensore è una donna, avrei pensato ad un simpatico "provolone".
Più che una lusinga, un'attenta lettura con piacevoli zummate.
Tu innovatrice e tenace, regista di te stessa, incassi consensi crescenti. Esattamente il contrario di quello che fa il PD e la sinistra tutta. Ti seguo con ammirazione, anche per la bella donna.
:-

Cara pat l'articolo è scritto molto bene, tutto sommato ti rende giustizia, per certi versi è anche esaltante, certo, per essere leggero e godibile ti deve anche prendere un pò in giro con il veltronismo e le cosce. Però sta Michelle barracuda è troppo informata, ma chi è ? Baci da un prestipinista

L’articolo mi è piaciuto, non mi sembra velenoso. Sicuramente ne esci meglio di tutti gli altri che vengono citati… Se questi sono i tuoi “nemici”, fra tre anni sei Sindaco…

Posso aggiungere che secondo me c'è anche un po' di invidia, loro non la hanno una Prestipino

Direi un bell’articolo Patrizia; sicuramente non denigratore. Sicura che non sia un amico ad averlio scritto? J Unica nota stonata il riferimento agli spacchi ed alle cosce,  possibile che bisogna sempre finire li? Non è che siamo tutti figli del papi. Comunque non so quanti voti hai/avrai ma  il mio continuerai ad averlo sempre. Ti conosco e so che le tue battaglie interne al partito ed esterne non sono mai state ideologiche ma dettate dalla voglia di vivere in un società migliore di questa.