WWW.PATRIZIAPRESTIPINO.IT

Ragazzi……si ricomincia!!

Da poco è partito il nuovo anno scolastico e come sempre incombono mille polemiche e centomila difficoltà… ma a questo, si sa,… siamo abituati da un pezzo!! Mi sembra già di sentirli i detrattori…la riforma Moratti che parteononpartechilosa, i tanti problemi didattici, il caro-scuola, i programmi straripanti e i finanziamenti negati, gli odiosi tagli al personale di sostegno, le aule fatiscenti o quelle fantasma, i docenti disillusi ed esasperati, o -peggio- i precari storici e i sissini, gli stipendi-vergogna, gli asili nido chenoncisono o le sperimentazioni sulla pelle dei nostri bimbi. Tutte cose che anche quest’anno riempiranno i vagoni del nostro treno scuola che poi a destinazione, in un modo o nell’altro, ci arriva sempre….Deogratias!!!
Si riparte anche in questo nostro XII Municipio che quest’anno ha guadagnato l’onere-onore del più prolifico di Roma. Con tutte le conseguenze, positive e negative, che vi lascio immaginare… La morale è infatti scontata. Tanti fiocchi colorati ai portoni, tante carrozzine e passeggini in giro per i nostri quartieri, tanti bimbi che sciamano nei sempre troppo pochi parchi-gioco, a fronte di interminabili liste di attesa nei nidi e nella scuola dell’infanzia e di carenza di spazi didattici nella scuola dell’obbligo. Sempre la stessa storia. Con l’aggravante che il costo della vita è vertiginosamente aumentato insieme ai suoi balzelli vari, e le neomamme, costrette a rientrare presto al lavoro per salvare l’integrità retributiva, oltrechè famigliare, con sconforto si sentono snocciolare dagli addetti le posizioni in graduatoria dei loro cuccioli . Quei genitori “privilegiati” (si fa per dire perché spesso si tratta di separati, non abbienti, depressi o ragazze madri) che da una parte si vedono risolto il problema “logistico” dei propri figli, dall’altra devono comunque vedersela con la loro difficile condizione sociale. Un quadro a tinte fosche che in alcuni casi si colora di rosa se una scuola viene realizzata ex novo o un altro istituto recuperato e reso operativo. Ma andiamo per deduzione. Come potete meglio ricostruire sul mio sito www.patriziaprestipino.it, una serie di vicende legate alle scuole dell’obbligo e non caratterizzano questo nuovo inizio di anno scolastico nel nostro territorio. Procediamo per ordine e grado. Sette sono gli asili nido comunali nel nostro Municipio. Ma al momento ne sono disponibili sei. E’ infatti chiuso per impellenti lavori di ristrutturazione quello di viale Egeo, che riaprirà a breve, ma nel frattempo per lo stesso motivo ha chiuso i battenti l’asilo di Divisione Torino. Per il classico effetto domino i bimbi di viale Egeo, che l’altranno erano finiti nella elementare di via Lione, torneranno nella loro sede, ma quelli sfrattati da via Divisione Torino troveranno una sistemazione di fortuna nella scuola di via delle Costellazioni, attualmente destinata a delle sezioni di media. Con buona pace dei docenti e del preside costretti, loro malgrado, a convivere con degli infanti. Ma le cattive notizie non vengono mai da sole. Nel frattempo la bella scuola privata di Mostacciano “L’Arcobaleno”, che da anni rappresentava una valida alternativa per i genitori più abbienti, in seguito alle pressioni del proprietario dell’edificio, intenzionato a trasformare il tutto in un albergo, dovrà presto abbandonare la sua sede di via Jachino. E altri bimbi sfrattati andranno ad allungare le liste di attesa delle scuole pubbliche!! Decisamente più numerose sono invece le nostre scuole dell’Infanzia Comunali e Statali che comunque in certi quartieri “giovani”, come per esempio è il Torrino, non sono sufficienti a fronteggiare l’emergenza esubero. Snocciolo per vostra informazione alcuni dati: 651 bambini fuori graduatoria per gli asili nido e qualcosa di meno per la materna. Certo la situazione qui è destinata a migliorare se termineranno in tempi ragionevoli i lavori nella scuola di Viale Città d’Europa, di recente passata al Comune, che aprirà con sezioni di materna ed asilo nido…staremo a vedere!! E nonostante qualche lieve aggiustamento operato dal Municipio restano comunque difficili le condizioni del 188^ circolo (Torrino nord – Mostacciano): ché se la scuola di Orsa Maggiore esplode e tutti i posti disponibili, sale biblioteca e multimediali, sono state utilizzati a fini didattici, in quella di via Lione gli spazi lasciati liberi dai piccoli del nido sono stati subito assegnati alla vicina media Leonardo da Vinci con tutte le prevedibili difficoltà di convivenza tra alunni di così diverse fasce di età. Se è vero che anche le Scuole Medie risultano affamate di sedi e spazi utili per le numerose attività pomeridiane ed extrascolastiche cui l’autonomia ha dato un notevole input. Qualche importante segnale di ripresa “demografica” viene poi dalle nostre scuole superiori, laddove lo scientifico Cannizzaro (con sede centrale ancora per poco all’Eur e succursale al Torrino nord) dichiara il tutto esaurito e lo storico liceo classico Vivona, dopo qualche anno di sofferenza, torna agli antichi splendori con ben nove sezioni (la I nuova di zecca) e in previsione l’esigenza di reperire una succursale adeguata alla sua inveterata fama. Notizie che, come insegnante di liceo, non possono che riempirmi di gioia, visti questi chiari di luna per i docenti delle superiori…
Eccovi quindi il quadro complesso ma realistico della situazione scuola nel nostro quadrante. Qualcosa potrà variare, ci auguriamo in meglio, ma ad oggi parlano cifre e percentuali. Certo tutto alla fine andrà avanti, come sempre grazie alla buona volontà di chi nella scuola ci vive e la ama per una cosa propria: da una parte presidi, docenti, bidelli e operatori vari che alla fine, tra mille difficoltà, faranno rombare i motori; dall’altra alunni e genitori, che nonostante tutto di questa nostra povera scuola pubblica non possono fare a meno e finiscono per volerle bene così come è. Ma che alle Amministrazioni chiedono solo maggiore attenzione e sostegno. Sotto tutti gli aspetti. Quell’attenzione e quel sostegno che io, nel mio piccolo, non mancherò mai di garantire… La mia coscienza di amministratore me lo detta. L’amore per la mia professione me lo impone.
Coraggio e in bocca al lupo ragazzi…..Si ricomincia !!!

Prof.ssa Patrizia Prestipino
(Consigliere Municipio XII - www.patriziaprestipino.it)

> torna su ......> torna alla Home page