www.patriziaprestipino.it

 

IL MESSAGGERO 19/07/08

«Le botticelle? Spostiamole in ville e parchi»

di DAVIDE DESARIO

«Spostare le botticelle nei grandi parchi di Roma». E’ la proposta dell’assessore provinciale al Turismo, Patrizia Prestipino, per salvaguardare la tradizione capitolina ma al tempo stesso tutelare i cavalli costretti a trainare le carrozze per il centro si Roma tra traffico impazzito, smog alle stelle, sampietrini scivolosi e, in estate, temperature insostenibili soprattutto se i vetturini, come spesso accade, non rispetto il regolamento comunale che impone il riposo dei cavalli dalle 13 alle 17.
Una proposta che ha il sapore di un appello all’assessore capitolino all’Ambiente, Fabio De Lillo, ma in particolar modo al neo sindaco Gianni Alemanno per risolvere una situazione vergognosa che non ha eguali in nessun altra grande Capitale.
«Non ritengo ci sia contraddizione tra il valore turistico-tradizionale che queste vetture rappresentano e la tutela e la salvaguardia dei cavalli - spiega la Prestipino, una che cinque anni fa durante un viaggio nelle isole irlandesi Aran scese dalla botticella e percorse chilometri a piedi in un parco per non affaticare il cavallo - Riesco a capire, infatti, il grande fascino che un tour in carrozza per le splendide strade di Roma esercita sui turisti stranieri che, nel panorama urbano di 30 anni fa, quando la città non era ancora soffocata dal traffico e dall’inquinamento, poteva essere tollerabile anche per gli animali. Ma ritengo che, al giorno d’oggi, lo spettacolo di questi poveri animali affannati e sofferenti nelle situazioni di caldo e smog non sia accettabile neanche a fini turistici e, soprattutto, non sia paragonabile alle gondole veneziane, dove non ci sono situazioni di abuso su esseri viventi nè problemi igienico sanitari come avviene invece con le inevitabili pipì dei cavalli che oltraggiano gli angoli delel piazze più belle di Roma». E aggiunge: «Non si tratta, quindi, di penalizzare o colpevolizzare i vetturini, ma di trovare soluzioni alternative che integrino il rispetto per la tradizione con il rispetto per gli animali».
Quale? Se Carla Rocchi, presidente dell’Enpa ha proposto di bandire le botticelle e di dare ai vetturini la licenza di tassisti, la Prestipino lancia l’idea di spostare carrozze e “cocchieri” nei parchi e nelle ville di Roma: «Una passeggiata in carrozza nel verde di Villa Borghese vicino ai giardini del Lago e al Tempio di Esculapio - dice - avrebbe, di certo, un fascino immenso. Ma tante altre collocazioni interessanti possono essere trovate. Basta volerlo».
Ed è sotto gli occhi di tutti, in questi giorni, la necessità di prendere provvedimenti per mettere fine ad uno strazio mascherato da amarcod.
davide.desario@ilmessaggero.it