PATRIZIA PRESTIPINO                                  
Patrizia Prestipino

Patrizia Prestipino Assessore alla Provincia di Roma per le Politiche del Turismo, dello Sport e Giovanili 

Patrizia Prestipino Assessore Politiche Giovanili e Sport Provincia di Roma

LA PAGINA DEGLI ANIMALI
-----
In questa pagina troverete alcune informazioni utili per i nostri amici animali...

Campagna contro l'abbandono degli animali   CONTRO L'ABBANDONO DEGLI ANIMALI

27/06/08 CERCASI CASA PER DELIZIOSI GATTINI !!! scrivere a:  m.r.cappadonia@comune.roma.it

INFO

Adozioni a distanza di gatti - chiedi le colonie feline più vicine a casa tua e adotta il musetto più simpatico - info 065756085 - 065740916
> AIUTA IL RIFUGIO COCCONE E COMPAGNI via Ostiense 1295: > WWW.AIDAEA.ORG / INFO@AIDAEA.ORG
La casetta dei Gatti - parco pubblico della Cecchignola gestita dall'ARCA ( Ass. Romana cura animali ed ambiente). Per info Anna tel. 335-6787207

Anagrafe canina: Servizio Veterinario della USL di competenza
Prestazioni sanitarie a cani e gatti con tariffe minime:

Canile Sanitario, v. Portuense,39 00153 Roma - tel. 5810078 - 5800340.Domenica solo per chiamate d'emergenza attraverso il Comando dei Vigili: tel. 67691.

Animali abbandonati o morti (segnalazione):
Canile Sanitario, v. Portuense,39 00153 Roma - tel. 5810078 (solo per cani e gatti)
Centro Carni, v.le Palmiro Togliatti,1206 - 00172 Roma - tel. 21807745 (per tutti gli altri animali).

Animali feriti selvatici (gufi, falchi, rondoni, ecc.):
Giardino Zoologico di Roma (effettua un servizio di soccorso e recupero), v.le del Giardino Zoologico,20 00187 Roma - tel. 3216534/64.

Denuncia di animali morsicatori:
Canile Sanitario, v. Portuense,39 00153 Roma - tel. 5810078.

Diritti degli animali (info, segnalazione di maltrattamenti, volontariato presso il Canile sanitario, ecc.):
Ufficio diritti animali - Dipartimento politiche culturali, v. Montanara, 8 - tel. 67103149-67102613, fax 6797826.

Clinica Veterinaria Eur - Torrino (24 ore su 24) : Tel.52200752 - 5294255

ASS. ANIMALISTI ITALIANI - Via degli Ontani 32 Roma - Tel 0623232569 - www.animalisti.it

MONDO CANE ONLUS - ass. per la tutela degli animali e rifugio per cani e gatti abbandonati - 347 1806449 - www.mondocane-onlus.it

TEAM DOG TRAINING- via Cina 91 - Torrino - 333 4477349 - www.team-dog.com

WWF: Tel.6896522
LIPU - Protezione uccelli : Tel.39730903
L.A.V. : Tel.39733292

Azienda U.S.L. Roma "C" Via dell'arte, 68 - CAP 00144 servizi veterinari Tel:06 51004860


LA PAGINA DEGLI ANIMALI - NEWS

22/07/08 Migliorano le condizioni del cane ferito abbandonato in zona Montemigliore, km 18 via laurentina
Dopo la lettera del cittadino al messaggero che segnalava la presenza di un meticcio ferito nella sua strada e la latitanza del Comune e delle istituzioni preposte a risolvere il problema, ho subito chiesto il sopralluogo di un noto veterinario della zona che si accertasse delle condizioni del cane, una meticcia nera di circa tre anni.
La cagnolina sta meglio ma cerca padrone perchè il sig Mario che già ha fatto tanto per lei non può farsene carico. Chiunque potesse e volesse adottarlo può scrivere a info@patriziaprestipino.it

Aprile 2008 Inizio lavori area verde per cani a Via Canton

Gennaio 2008
Adottato dal comando dei vigili urbani il pastore tedesco ustionato da una bottiglia incendiaria lanciata nel campo nomadi di Magliana e fatto curare da questa Presidenza. Il suo nome è Max. Si ringrazia il comandante del gruppo XII Ancillotti per la gentile disponibilità cinofila.

Prosegue ad opera della Presidenza la fornitura di cibo per canili privati bisognosi di aiuto. Si ringrazia il mercato Eurospin per la fornitura mensile.

Continua con successo ad opera di questo Municipio la campagna adozioni di cani abbandonati. segnaliamo tre cuccioli di cani abbandonati nel cortile della scuola Gramsci di cui si prendono cura al momento maestri e bambini. Chiunque volesse adottarli piò rivolgersi alla Maestra Francesca Noto tel 06 5014972

31/10/07 Gli animali al festival internazionale delle pubblicità. Guarda i video...

29/10/07 Sos gatti di Roma. Continua la sparizione di gatti randagi, sembra, utilizzati per esperimenti o riti satanici. Chiunque vedesse o scoprisse qualcosa faccia subito denuncia presso le autorità competenti o presso l'ufficio dei diritti degli animali del  Comune. Ricordiamo che i gatti sono patrimonio biologico della città  e chi fa loro del male  è punibile anche con il carcere. aiutateci a difenderli da questo orrore !

Roma, 16 MArzo 2007 E' Carla Rocchi il nuovo Presidente nazionale dell'ENPA. Una nomina che saluto con soddisfazione in virtù delle grandi capacità e della storia della persona a cui vanno i miei migliori auri di buon lavoro . P.P.

> torna su

ROMA, 3 gennaio 2006 - Un tempestivo blitz delle Guardie zoofile dell'Enpa di Roma ha salvato un cane che rischiava la vita per un'infezione causata dalle pessime condizioni in cui era tenuto. Il proprietario dell'animale è stato denunciato dall'Enpa per maltrattamenti; ora rischia il carcere.
Una segnalazione giunta all'Enpa ha messo in moto l'azione delle Guardie zoofile della Protezione Animali che si sono in brevissimo tempo recate nella zona dell'Ardeatina, vicino al Santuario del Divino Amore, per verificare se l'animale fosse davvero in pericolo. Il cane, Max, un meticcio di taglia grande tipo rottweiler di circa quattro anni, è stato trovato dalle Guardie zoofile Enpa legato a catena nell'area di un esercizio pubblico gestito da un quarantenne romano, che lo teneva in mezzo a fango e a escrementi; il cibo gli veniva gettato da lontano e l'unico riparo era una cuccia fatiscente che poco poteva in questi giorni di freddo e pioggia.Il collare a catena che l'animale aveva era penetrato nelle carni del cane fino a procurargli ferite provocando una grave infezione che, se trascurata, avrebbe ucciso Max in poco tempo. Il proprietario si è addirittura stupito quando gli è stato spiegato che l'Enpa avrebbe sporto denuncia presso l'Autorità giudiziaria, non riuscendo a comprendere cosa ci fosse di sbagliato nel tenere un animale perennemente legato fino a causargli lesioni gravi; il reato di maltrattamenti o di condotta in condizioni che causano gravi sofferenze per l'animale è punibile con l'arresto fino a un anno e con un'ammenda fino a diecimila euro.Nel corso dell'intervento non è stato possibile avvicinare l'animale senza sedarlo; una prolungata cattività può infatti indurre un cane a manifestare reazioni violente, come in questo caso, particolarmente drammatico, che ha richiesto l'utilizzo di un leggero sedativo per poter prestare le prime cure a Max. Sul luogo sono intervenuti, dietro richiesta dell'Enpa, veterinari della Asl RmC e RmD che hanno visitato l'animale, attestando immediatamente, dalle condizioni in cui il cane si trovava, il maltrattamento. Max è ora al canile municipale di Roma dove stanno prestandogli le prime cure; sembra possa farcela, anche se è fortemente debilitato fisicamente e avrà bisogno di tempo e attenzioni.
E.N.P.A. - Ente Nazionale Protezione Animali (ONLUS)
Sezione Provinciale di Roma - Via Terni 42 - 00182 - tel. 06.70307099 - fax 06.70307091 - roma@enpanet.it - www.enpa.it - www.enpanet.it/roma

25/11/05
Sos sociale in XII municipio! anziana signora sfrattata con i suoi 60 cani! Nicole viveva da venti anni in via dei tartufari in una baracca prendendosi cura degli animali, alcuni vecchi e malati. Ieri lo sfratto esecutivo con la polizia che a forza ha spostato le bestioline in un recinto attiguo piccolo e senza copertura alcuna.Nicole, rimasta senza un tetto, per non lasciare i suoi cani ha dormito in auto sfidando il freddo di questi giorni.Intervenuti anche la ASL e  l'Ufficio diritti degli animali di Roma che ha garantito che fornirà coperture e cucce e ricovererà i cani più malconci. Su mia richiesta è intervenuto invece Claudio Locuratolo,dirigente e guardia zoofila dell'ENPA, che ha controllato le operazioni di sgombero dei cani e attualmente vigila sul loro stato di salute. Per quanto riguarda Nicole personalmente ho attivato i servizi sociali del Municipio perchè trovino un'accoglienza dignitosa ad una donna che ha dedicato una vita intera ai cani. Qualcuno forse avrà da obiettare su queste radicali scelte di vita ma ognuno della propria vita ha il diritto di farne ciò che vuole. Soprattutto quando ciò che vuole è fare del bene. A un'altra vita. 
Patrizia Prestipino

 

13/06   L'ENPA denuncia 1066 casi di maltrattamento nel 2004. A un anno dall'approvazione della legge 189 sul maltrattamento, ancora nessuna condanna e mancano iregolameti attuativi.

10/03 Sterilizzare cani e gatti costerà di meno. Il comune su proposta di Monica Cirinnà offrirà un contrimbuto di Euro 71-95 per cani, Euro 28-61 per gatti. Info 0632650570


- CANCELLATA LA RIFORMA DELLA CACCIA. L’ENPA: “HANNO VINTO GLI ITALIANI”
La terribile riforma della caccia non andrà in aula, a Montecitorio, lunedì prossimo. La conferenza dei capigruppo della Camera ha deciso di metterla “fuori calendario”. La legge che puntava a dare più spazi ai cacciatori, più specie cacciabili e più tempi per la caccia, oltre a prevedere una sanatoria dei reati venatori, in altri termini si perderà nel fiume degli orrori di questa legislatura. La legge era già stata bocciata dalle Commissioni Giustizia (ieri) e Politiche Comunitarie (questa mattina) della Camera dei Deputati.<br>
“Hanno vinto gli italiani”, ha dichiarato Annamaria Procacci, della Giunta Esecutiva nazionale della Protezione Animali. “I capigruppo, responsabilmente, hanno interrotto la marcia forzata di una legge oscena che avrebbe trasformato la natura in una tomba. I parlamentari hanno ascoltato gli italiani tramite il sondaggio Enpa-Eurisko e non i cacciatori oltranzisti, le doppiette selvagge, i potentati del piombo. Questa volta ha vinto il 74,1% degli italiani contrario alla caccia e soprattutto ha vinto l’82,5% della popolazione che chiaramente ha detto fermamente no a ogni ipotesi di ulteriore liberalizzazione della caccia”.<br>
Sabato l’Enpa distribuirà, allegate a “Io Donna”, l’inserto femminile del Corriere della Sera, centinaia di migliaia di cartoline contro la legge di riforma della caccia. La mobilitazione era nata nelle piazze, on line, nelle Sezioni della Protezione Animale contro la proposta di legge. “Distribuiremo comunque le cartoline – ha aggiunto Annamaria Procacci –, nonostante le buone notizie che arrivano da Montecitorio. Le distribuiremo per amore della natura e perché, prima o poi, la lobby delle doppiette tornerà all’attacco. Ma lo farà ormai nella prossima legislatura. Per la lobby delle doppiette estremiste è tempo di rassegnarsi alla volontà degli italiani. Ringraziamo i parlamentari di destra e di sinistra che hanno condiviso la battaglia, ringraziamo l’Arcicaccia, che coraggiosamente sin dall’inizio ha contrastato la legge”. (17 febbraio)

- 15/02 Il Consiglio Comunale approva la creazione di una spiaggia per umani con cani a Castel Porziano. Un altro piccolo risiltato per avere più diritti.

> ANIMALISTI ITALIANI - ENPA - LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE E MOVIMENTO "UNA"
    presentano il
PROGRAMMA ELETTORALE ANIMALISTA ELEZIONI REGIONALI 2005.

- La casetta dei Gatti - E' un'area recintata all'interno del parco pubblico della Cecchignola gestita dall'ARCA ( Ass. Romana cura animali ed ambiente). Venite a trovarci e a darci una mano. Per info Gioia 065405922 - 3381994314

- 1/12/2004 Proposta di Legge n. 625 del 16-10-2003: LEGGE REGIONALE SUL RANDAGISMO E SUI DIRITTI DEGLI ANIMALI

- Numero verde 066710550 per adottare uno dei 2000 inquilini dei canili romani

- Luglio 2004 Approvata nuova legge contro i maltrattamenti agli animali > leggi articolo

- www.animalipersieritrovati.org - Il nuovo sito per chi smarrisce o ritrova animali. Servizio gratuito per privati, associazioni e veterinari.

- Gennaio 2003: il sindaco ha esteso a tutti i felini della capitale il riconoscimento di patrimonio bioculturale


> GENNAIO 2003 NUOVE LEGGI PER DIFENDERE GLI ANIMALI DOMESTICI ! leggi l'articolo dalla Repubblica

" Sapevo che l'addomesticamento con i gatti è molto difficile. Non è vero il mio gattomi ha addomesticato in un paio di giorni "
ADAMO E ER GATTO

Appena Adamo vidde er primo gatto
je propose un contratto.
-Senti:-je disse-se m'ubbidirai
in tutto quello che me pare e piace,
te garantisco subbito una pace
come nessuno l'ha goduta mai.
Però bisognerà che fin d'adesso
ma tratti co'li debbiti rispetti
e rimani fedele e sottomesso....
Accetti o nun accetti?
-Grazie, ne faccio senza:
la pace nun se compra,-disse er Micio-
ma se guadagna co' l'indipennenza
a costo de qualunque sacrificio.
A me nun m'ingarbuji come er Cane
che, per un pò de pane,
s'accuccia e t'ubbidisce a la parola.
Vojo la pace mia senza controllo,
senza frustate, senza muserola,
senza catene ar collo!
Dar modo come parli ho già capito
che in fonno ciai l'istinto d'un tedesco.....-
E ner di' questo Gatto. insospettito,
arzò la coda e lo guardò in cagnesco.

ANIMALISTI ITALIANI - ENPA - LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE E MOVIMENTO UNA
PROGRAMMA ELETTORALE ANIMALISTA ELEZIONI REGIONALI 2005

Le associazioni: Animalisti Italiani, Enpa, Lega Nazionale per la Difesa del Cane e Movimento UNA, chiedono ai candidati di tutti i partiti italiani, di sottoscrivere il seguente programma elettorale animalista. Le suddette associazioni si impegnano a diffondere l’elenco dei candidati che sceglieranno di sottoscrivere il seguente programma:

RANDAGISMO

- Impegno per il miglioramento delle leggi regionali di recepimento della Legge quadro nazionale 281/91, con particolare attenzione e riferimento a: - Privilegiare le convenzioni per la gestione dei rifugi con associazioni animaliste piuttosto che con privati; – Subordinare i finanziamenti, per quanto possibile, alla sterilizzazione, all’applicazione del microchip ed all’anagrafe canina nazionale con sistema informatico accessibile; favorire e promuovere le attività delle Asl veterinarie del comparto C al fine di offrire i servizi previsti per legge per i randagi. Promuovere l’istituzione di centri di soccorso veterinari aperti 24 ore su 24 – Creazione di un numero Verde informativo;
- Impegno per la promozione di una Legge regionale che preveda la presenza in tutti i Comuni costieri di almeno un’area di balneazione dove sia consentito l’accesso ai cani;
- Impegno ad avviare iniziative per contrastare il fenomeno dei combattimenti clandestini di animali.
- Diffondere la corretta informazione sulla sterilizzazione quale principale strumento di intervento contro il randagismo e favorire i progetti di sterilizzazione gratuita per animali randagi o di proprietari a basso reddito.
- Promuovere l’adozione responsabile e consapevole anche attraverso consulenze e collaborazioni con associazioni animaliste e soprattutto di veterinari comportamentalisti specializzati.

VIVISEZIONE

- Impegno per la promozione, nelle Scuole e nelle Università, di Corsi che non utilizzano animali in alternativa e/o in sostituzione a quelli che invece ne fanno uso, in applicazione della Legge 413/93. Contemporaneamente, prevedere Borse di Studio che premino quei lavori di ricerca (o tesi di laurea) che vadano nella direzione della promozione dello sviluppo di metodi di ricerca che non fanno uso di animali.
- Favorire e garantire gli studenti che, in base alla legge 413/93: “Norme sull’obiezione di coscienza alla sperimentazione animale” richiedessero di poter praticare l’obiezione di coscienza per pratiche universitarie che prevedano l’utilizzo di vivisezione.


CACCIA

Impegno a ricercare la progressiva abolizione della caccia e nel contempo a:
- Vietare i ripopolamenti a scopo venatorio, in particolare della fauna selvatica non autoctona, prevedendo il parere obbligatorio di Istituti nazionali scientifici in materia quali l’INFS (Istituto Nazionale Fauna Selvatica) qualora i suddetti ripopolamenti dovessero ritenersi necessari. Quindi, impegno affinché questi, ove ritenuti necessari, siano effettuati su dati rigorosamente scientifici da parte di istituti terzi e non più solo su opinioni degli ATC locali;
- Emanare Leggi regionali di rigorosa applicazione della Legge quadro nazionale 157/92 senza alcuna interpretazione “estensiva” e senza fare alcun ricorso a deroghe, sia per le specie sia per il calendario venatorio, impegnandosi a prevedere forme di contenimento delle specie, oltre che dietro parere vincolante di Istituti Nazionali in materia quali l’INFS che ne definiscano la necessità, con metodi preferibilmente nonviolenti (quali sterilizzazioni, reintroduzione di predatori naturali etc);
- Promozione di iniziative legislative per l’estensione del divieto dell’attività venatoria a tutti gli ambiti territoriali interessati da attività incompatibili con l’esercizio della caccia (escursionismo, raccolta funghi, birdwatching, ecc);
- Impegno a modificare la normativa regionale sulle aree protette in modo da aumentare la superficie di territorio tutelata;

CATTIVITA’
- Impegno a contrastare l’apertura di nuove strutture di cattività: zoo, zoo-safari, delfinari, acquari.
- Impegno a controllare che le attività delle strutture di cattività presenti sul territorio operino in ottemperanza alle normative vigenti e impegno a richiedere regolarmente per le strutture esistenti visite del veterinario Asl e del Corpo Forestale dello Stato;
- Promuovere leggi che vietino la vendita e la commercializzazione di specie di fauna esotica selvatica;
- Promuovere leggi che vietino la commercializzazione nei negozi, di animali appartenenti a qualunque specie;
- Promuovere l’obbligo di iscrizione e di sistema identificativo di riconoscimento anche per gli animali non domestici detenuti dai cittadini (pitoni, iguane, tartarughe, cani della prateria, ricci etc.).


ED ANCORA:


- Tutela delle persone che si prendono cura degli animali, con particolare riferimento a:
*Assistenza ai cittadini zoofili che si prendono cura delle colonie feline così come censite dai Servizi Veterinari delle ASL;
*Assistenza alle persone senza fissa dimora che si prendono cura di animali nella procedura di iscrizione all’anagrafe canina, apposizione di microchip, sterilizzazione, vaccinazione etc.
*Assistenza agli anziani che convivono con anmali nelle proprie abitazioni, garanzia di accoglienza degli animali nei ricoveri pubblici per persone indigenti.
- Impegno a promuovere Leggi che vietino l’utilizzo di animali in feste e sagre paesane o come premi di giochi o lotterie;
- Impegno a NON promuovere o patrocinare spettacoli, mostre, fiere, gare, giostre medievali, feste tradizionali e “culturali” che prevedano l’utilizzo di animali vivi o morti;
- Impegno a promuovere e a finanziare Corsi di Educazione Ambientale e di tutela degli animali nelle scuole dell’obbligo, al fine di favorire la cultura del rispetto, della biodiversità e per garantire un corretto rapporto uomo-animale, nonché per favorire l’integrazione interculturale sottolineando la funzione forte di integrazione che gli animali possono svolgere nei confronti di bambini e ragazzi; come per altro previsto nelle legge 189/04;
- Impegno a promuovere l’applicazione pratica ed operativa dell’Accordo Stato-Regioni del 31.3.2003 sul benessere degli animali da compagnia e pet-therapy;
- Impegno a promuovere i menù biologici, vegetariani e di alimenti liberi da OGM nelle mense e nelle scuole pubbliche, prevedendo nelle gare di appalto quali titoli preferenziali i menù di cui sopra ed anche i prodotti provenienti da coltivazioni locali (anche se di produzione industriale ma sempre che, le materie prime provengano da coltivazioni locali);
- Promuovere l’approvazione di una legge regionale per il divieto di allevamento di animali “da pelliccia” e di allevamento di animali da destinare alla vivisezione;
- Sollecitare ulteriori controlli sul benessere degli animali negli allevamenti e nel trasporto, e durante le pratiche della macellazione rituale; contrastare il fenomeno della macellazione clandestina;
- Promuovere l’adozione di delibere comunali a tutela del benessere e della dignità degli animali e che contemplino, tra l’altro, misure quali il divieto di attendamento dei circhi, l’obbligo di individuazione di aree verdi per lo svago degli animali da affezione, nonché criteri minimi per la corretta detenzione degli animali.

> INDIETRO

 

> torna a inizio pagina