www.patriziaprestipino.it
08/09/08 08/09/08 Emergenza elettrosmog municipio XII - Torrino Antenna di via Troiani.Calzetta Pollak se ci siete battete un colpo!
Con nomadi e prostitute continua nell'era Calzettta Alemanno la fioritura delle antenne di telefonia mobile nel municipio XII.
La cittadinanza è mobilitata contro un'installazione proditoria avvenuta come sempre nel mese di agosto su un palazzo di proprietà Enasarco. Il centrosinistra del municipio si è schierato a favore dei cittadini e avvierà una battaglia contro il Comune al loro fianco. Dopo il precedente dell'antenna di fonte abbattuta  sotto la mia presidenza ci auguriamo che anche il Presidente Calzetta sappia affrontare il Comune e i gestori telefonici con la stessa determinazione che condusse noi alla demolizione e alla vittoria al Tar.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Cara Patrizia,
al tuo sos aggiungo il vergognoso degrado di V.le Alessandro Marchetti
(Magliana, di fronte al palazzo Alitalia) dove sono tornati gli zingari
occupando un parcheggio e riempendo di rifiuti lo spazio circostante. Come
ambientalista (e soprattutto come cittadino) inorridisco vedendo l'ennesima
discarica a cielo aperto dopo che tempo fa la zona era giĆ  stata
"bonificata".
Grato per quanto potrai fare.
Buona giornata
F

 

Ciao Patrizia,
>
> ti scrivo perche' so che sei abituata a dare ascolto alle problematiche
> espresse dai cittadini, soprattutto quando vengono messi in discussione i
> diritti dei soggetti piu' deboli, in questo caso quello alla salute di
> centinaia di bambini.
>
> Ti chiedo di interessarti a questo fatto:
>
> http://www.abitarearoma.net/index.php?doc=articolo&id_articolo=9393
>
> Non so se gia' ne eri a conoscenza, fatto sta che vogliono installare
> l'ennesimo ripetitore (wind) su palazzi di proprieta' Enasarco a una
> distanza non di sicurezza dal Santa Chiara, che tu conosci benissimo in
> quanto si tratta della tua zona.
>
> I genitori dei bambini si sentono impotenti e non sanno con chi
> interloquire, io ti prego di interessarti a questo problema e indicarci
> una possibile via da percorrere per evitare che la salute di tanti bambini
> sia messa seriamente a repentaglio per squallidi motivi di profitto.
>
> Certo della tua attenzione,
>
> A